La lenticchia

La lenticchia è il simbolo di buon auspicio per un ricco anno non solo economico…

Simbolo di buon auspicio per un ricco anno non solo economico, la lenticchia è tra i legumi più apprezzati.

Le lenticchie appartengono alla famiglia delle Papilionacee e la pianta può raggiungere l’altezza di 4 cm.

Presentano dimensioni, colori e sapori diversi e possono essere a seme grande e seme piccolo.

In Italia le più conosciute e rinomate sono quelle di Castelluccio particolarmente saporita e quella di Altamura.

Innumerevoli sono le proprietà nutritive che alle lenticchie conferiscono quel riconoscimento che ne fa menù di valore da non trascurare e da inserire senza timori in diete salutari.

Le lenticchie rappresentano una preziosissima fonte di fibre, vitamine e sali minerali: quelle secche contengono infatti il 25 % circa di proteine, il 13% di fibre ed abbondano soprattutto di fosforo, ferro e magnesio e vitamine del gruppo B e forniscono circa 325 Kcal /100g. (valore che scende fino a 61 calorie per quelle in scatola).

La buona percentuale di fibre risulta utile per regolarizzare l’intestino e tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue.

Le lenticchie sono indicate nella prevenzione dell’aterosclerosi e di altre patologie cardiovascolari grazie ai pochi grassi presenti, nessuno saturo e rappresentano un valido aiuto anche per chi soffre di diabete: hanno infatti la proprietà di rallentare l’assorbimento degli zuccheri da parte dell’organismo evitando quindi picchi glicemici.

Il loro consumo non presenta particolari controindicazioni ma sono da utilizzare con parsimonia nei soggetti che soffrono di colite ed in quelli iperuricemici per la presenza di purine.

Spread the love