Il cocomero amico della salute e del sesso

Il cocomero o anguria è il frutto estivo per eccellenza.

Ipocalorico, dissetante, depuarativo, aiuta a combattere il caldo e reintegrare sali minerali.

Il cocomero (Citrullus Ianatus) appartiene alla famiglia delle Curcubitaceae ed è una pianta erbacea annuale originaria dell’Africa meridionale; il fusto rampicante può raggiungere lunghezze considerevoli. Presenta foglie grandi, pelose e trilobate, fiori maschili e fiori femminili ed un frutto massiccio rotondo od avale che può raggiungere anche parecchi chili di peso. Lo si trova da giugno a settembre.

La buccia di colore verde con striature e chiazze più chiare è liscia e dura; la polpa è rossa e ricca di semi ed è costituita da circa il 95% da acqua, il 4% di carboidrati (pochi nonostante la dolcezza), 0,2 % di fibra

È una fonte di vitamine A, C e B6 e contiene buone quantità di magnesio, fosforo e potassio, ottimi alleati per combattere stanchezza, affaticamento e stress oltre ad abbondare di licopene, un carotenoide dalle spiccate proprietà antiossidanti e responsabile del colore rosso vivo.

Cento grammi apportano solamente 16 Kcal ed è per questo che può essere tranquillamente inserito in una dieta ipocalorica. È ideale per tenere sotto controllo la fame perchè fornisce una certa sensazione di sazietà.

Essendo ricco di acqua, ha effetti diuretici ed aiuta ad eliminare le tossine in eccesso rivestendo un ruolo fondamentale nel drenaggio di fegato e reni; combatte quindi la ritenzione idrica ed insieme all’ananas è uno degli alimenti più efficaci contro la cellulite.

Grazie alla presenza di potassio, il cocomero combatte ipertensione e malattie legate all’apparato cardiocircolatorio.

I licopene e la vitamina C lo rendono un prezioso alleato contro i tumori e le malattie legate all’apparato respiratorio. Raccomandato ai fumatori ed a coloro che vivono in città ad alto tasso di inquinamento.

L’anguria è un ottimo ricostituente ed è efficace contro l’ anemia.

Rinfrescante, contrasta stanchezza e spossatezza tipici del periodo estivo e dovrebbe essere inserito nell’alimentazione di bambini ed anziani. Può essere consumata anche in gravidanza e durante l’allattamento.

Ottima per il recupero sportivo dopo un’intensa attività fisica: una bella fetta d’anguria è l’ideale per reidratarsi e restituire al corpo sali minerali persi con la sudorazione.

Il cocomero infine fa bene ad occhi, pelle ed anche al sesso.

È infatti ricco di amminoacidi tra cui la citrullina ( si trova nel “bianco”) che favorisce la vasodilatazione grazie alla produzione di arginina e monossido di azoto e quindi stimola il desiderio sessuale con effetti simili a quelli del viagra.

Un vero “frutto della passione”, in grado di aumentare la libido, già potenziata dalle atmosfere estive.

Ed i semi?

In quantità limitate i semi di cocomero che contengono diversi nutrienti hanno blande proprietà lassative e possono apportare benefici all’apparato digerente. Meglio però non esagerare poiché potrebbero creare problemi soprattutto se masticati.

L’anguria va consumata con moderazione in soggetti che soffrono di colon irritabile ed in caso di intolleranza .Controindicata per soggetti allergici.

Può tranquillamente entrare nell’alimentazione del soggetto diabetico ma è sempre bene evitare gli eccessi.

Spread the love